Gabinetto della Presidenza Relazioni Comunitarie e Int

 
 

Gabinetto della Presidenza
Relazioni Comunitarie e Internazionali


Capo di Gabinetto
Dott. Laerte Grimani


giallo
  FUNZIONI  giallo

Assiste la Presidenza nell'ambito delle sue funzioni di direzione politica dell'Ente, dei rapporti con la Giunta, il Consiglio e le sue articolazioni, le forze politiche, le organizzazioni Sindacali e gli Enti locali nell'ambito delle attività Istituzionali e di rappresentanza.

In particolare:
  • cura la gestione della Segreteria particolare del Presidente;
  • procede all'istruttoria delle istanze per la concessione dei patrocini;
  • cura il cerimoniale e le attività di rappresentanza ed accreditamento dell'immagine dell'Ente all'esterno;
  • garantisce un costante ed efficace ausilio al Presidente nell'esercizio delle funzioni a tale organo attribuite dalle leggi, dallo Statuto e dai regolamenti al fine di assicurare una compiuta ed uniforme attuazione delle linee programmatiche di mandato;
  • cure le relazioni con gli organi d'informazione e coordina l'ufficio stampa per l'organizzazione di conferenze ed altre attività di comunicazione connesse all'attività del Presidente;
  • coordina le attività affidate agli uffici di diretta collaborazione del Presidente e della Giunta, curando il raccordo tra le funzioni di indirizzo della Presidenza e le attività dei settori dell'Ente;
  • cura i rapporti fra il Presidente, i cittadini e di diversi soggetti rappresentativi della società civile;
  • consolida i rapporti tra la Provincia e le altre istituzioni italiane, in una prospettiva di crescita e di sviluppo economico e sociale;
  • cura la gestione e il funzionamento del servizio delle auto di rappresentanza e dei relativi autisti;
  • promuove progetti innovativi di particolare rilievo strategico per lo sviluppo dell'ente e del territorio provinciale;
  • cura i rapporti interistituzionali con gli altri enti pubblici locali, nazionali e organismi internazionali, in osservanza delle direttive del Presidente della Provincia e della Giunta Provinciale;
  • gestisce ed organizza eventi istituzionali, visite di personalità e di delegazioni, manifestazioni ed iniziative promosse o organizzate dalla Provincia;
  • cura la gestione del rapporto con cittadini, associazioni, imprese ed enti pubblici, accogliendo le istanze e garantendo attraverso le attività di patrocinio e di supporto, la realizzazione di iniziative, progetti ed eventi degni di valorizzazione;
  • gestisce e promuove la realizzazione della progettazione comunitaria;
  • coordina e gestisce le attività dell'ufficio di Bruxelles, assicurando le relazioni con le istituzioni e gli organismi dell'Unione Europea e promuovendo iniziative, convegni e progetti.

europa

Uno dei versanti principali che vede attivamente impegnato l’Ufficio, concerne appunto le relazioni internazionali. La sempre crescente globalizzazione e la nascita di nuovi legami diretti tra fenomeni internazionali e territori locali dimostrano come le relazioni internazionali possano diventare per gli Enti locali efficaci strumenti per aprire il proprio territorio al mondo e favorirne lo sviluppo.
L’Ufficio rappresenta l’Ente nell’ambito di eventi ed iniziative di carattere internazionale e si rivolge a tutti i servizi interni alla Provincia nonché ai Comuni ed ai stakeholder dell’intero territorio provinciale. Esso agisce in stretta collaborazione con tali destinatari, attivando un rapporto di collaborazione e ponendosi quale strumento al servizio delle esigenze, informative e progettuali che essi esprimono.
Le attività dell’Ufficio sono principalmente finalizzate alla  facilitazione dell'accesso ai finanziamenti europei e alle reti di partenariato europeo e internazionale, su due piani di lavoro specifici: interni ed esterni:

giallo  FINALITA' INTERNE   giallo

In questo ambito l’ufficio svolge attività di staff ai settori dell’ente che ne fanno richiesta, o che vengono da esso individuati, su specifiche iniziative e/o specifici bandi promossi dalla Commissione UE , sia direttamente, curando e gestendo l'intero progetto da presentare.

Tali attività specifiche per la presentazione di progetti alla Commissione di Bruxelles, vanno dalla informazione sulle “call” aperte, alla costruzione della partnership internazionale richiesta, ai contatti con le DG preposte, al monitoraggio dell’iter di valutazione dei progetti, alla facilitazione dell’attività di lobbying soprattutto mediante la fattiva sinergia con l’Associazione Partenalia con sede in Bruxelles, della quale la Provincia di Terni è membro.
logoPiccolo
La rete transnazionale PARTENALIA nasce nel 1993 su iniziativa della Diputaciò (Provincia) di Barcellona, con l’intento di rappresentare gli interessi delle Amministrazioni europee di secondo livello (le Province: NUTS III)  presso le istituzioni dell’Unione Europea. Ad oggi la rete conta 22 membri: Diputació de Barcelona (ES), Diputación Foral deGipuzkoa (ES); Diputación de Alicante (ES), Diputación de Sevilla (ES), Diputación deAlmería (ES), Diputación de Cádiz (ES), Diputación de Badajoz (ES), Diputació deCastelló (ES), Diputación de Ourense (ES), Diputación de Cáceres (ES),Provincia diNovara (IT), Provincia di Torino (IT), Provincia di Roma (IT), Provincia di Terni (IT), Associaçao de Municipios doDistrito de Setúbal (PT), Conseil Général du Nord (FR), Conseil Général du Gard (FR),Conseil Général du Var (FR), CG Seine-Saint-Denis (FR), CG du Val de Marne (FR),Région Bruxelles-Capitale (BE), Province de Hainaut (BE) and Province of Gelderland(NL).

Nell’anno 2010 Partenalia ha raggiunto un ulteriore step qualitativo nel suo cammino, diventando un’associazione internazionale, sempre senza fine di lucro, dotata di personalità giuridica; ciò al fine di poter ancor più efficacemente promuovere la cooperazione territoriale a livello europeo in modo tale da incentivare quelle politiche locali ed europee che hanno un impatto sulle autorità locali intermedie e sulle istituzioni “supra-local” e quindi realizzare le seguenti priorità:

  • Promuovere incontri, puntare sulla condivisione e sullo scambio di esperienze e di buone pratiche,con particolare riguardo alle aree di interesse comune per Paesi membri.

  • Supportare la partecipazione dei Paesi membri al processo decisionale, al momento di progettare politiche a livello europeo, regionale e locale, soprattutto in relazione al relativo sistema di gestione e di finanziamento.

  • Stabilire legami, incoraggiare e promuovere lo sviluppo di progetti in comune che possano beneficiare di fondi europei o dei fondi messi a disposizione da PARTENALIA, in relazione alle aree tematiche che sono riconosciute come priorità per i Paesi membri.

Informazione sui bandi, l’Ufficio provvede, inoltre, ad informare i settori dell’ente rispetto ai bandi che la Commissione Europea periodicamente pubblica.

pore

A tal riguardo questo Ufficio si avvale di O.P.E.R.A. – Opportunità Europee per le Regioni e le Autonomie – progetto formativo dedicato all’euro-progettazione, ideato e promosso dal P.O.R.E. - Progetto Opportunità delle Regioni in Europa - una Struttura di missione di diretta collaborazione del Ministro per i Rapporti con le Regioni e per la Coesione Territoriale   istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri il 3 febbraio 2004. La struttura si pone come obiettivo principale quello di promuovere l'innovazione e lo sviluppo del territorio nel sistema delle autonomie locali e nei sistemi produttivi sostenendo e accrescendo le capacità progettuali di Regioni, Autonomie locali ed imprese e favorendo l'efficace utilizzo delle risorse comunitarie. A tal fine la struttura svolge interventi di coordinamento ed indirizzo volti ad accompagnare l'azione di Regioni ed Enti Locali, e di altri soggetti interessati, nell'individuazione delle opportunità di cooperazione con soggetti di altri Paesi e nel processo di innovazione tecnologica.

Presentazione idea progettuale, i singoli settori possono presentare all’ufficio un abstract dell’idea progettuale, coerente con la propria attività, per sottoporre al vaglio dell'ufficio la valutazione della possibilità di poter inserire tale progetto all'interno di linee di cofinanziamento europeo e per verificare nel concreto la modalità di possibile partecipazione ad un bando europeo. L’ufficio può preventivamente valutare la coerenza tra l’idea progettuale e un eventuale bando aperto.

Partenariato, per rispondere ad un bando è necessario costruire un partenariato internazionale. L’ufficio può supportare la direzione interessata nella ricerca dei partner. Cofinanziamento, i singoli settori che intendano partecipare ad un bando della Commissione, devono tener presente che è in genere prevista una compartecipazione finanziaria tra la Commissione (che cofinanzia il progetto) ed il partenariato.
Il Leader ed il Partner, si può partecipare ad un bando in qualità di leader o di partner. Il leader è in genere l’interlocutore ufficiale della DG competente della Commissione UE anche da un punto di vista formale. Il partner invece si relaziona con il leader e con gli altri partner. Il livello di responsabilità e la mole di lavoro sono naturalmente molto diverse. L'Ufficio potrà fornire chiarimenti caso per caso e progetto per progetto.
Attività di monitoraggio, una volta che il progetto è stato presentato, è necessario attivare una efficace attività di monitoraggio dell’iter di valutazione attraverso il contatto.


giallo  FINALITA' ESTERNE  giallo

L’Ufficio intende promuovere la dimensione europea e internazionale, con particolare riferimento ai programmi e ai bandi comunitari. A questo fine saranno realizzate giornate informative, iniziative e convegni su programmi, bandi e tematiche ritenute interessanti, anche in collaborazione con l’associazione Partenalia, sia in Italia che a Bruxelles.

rigacolorata

contatti
Tel. 0744/483431 - 483451
Fax 0744/483216


 

 

Istituzione

Aree tematiche

Bandi ed Avvisi

Albo Pretorio

Ufficio Stampa

Azione ProvincEgiovani

Progetti FEI

Elenco beneficiari FSE

Servizi per l'impiego Regione Umbria

[C] Il territorio

[D] Servizi al cittadino

Eventi culturali

Diretta streaming

[E] Speciale elezioni (Regionali Umbria 2010)

Archivio Storico

Fototeca

Aree Riservate

Trasparenza, valutazione e merito

UPI Umbria

Amministrazione trasparente

Centrale di Committenza

Privacy

Note legali

Benvenuto

Newsletter