(provincia di terni notizie) Alviano, domenica 30 aprile prima giornata “Tandem” con visite ad Oasi e Castello di Bartolomeo; in programma anche spettacolo “HoMe” di Verdecoprente

 
alviano tandem
uccello oasi alviano
ALVIANO – 27 aprile – Natura, fotografia, storia e teatro. Questi gli ingredienti per la prima “Giornata Tandem. Un tour tra Castello e Oasi WWF Lago di Alviano” in programma domenica 30 aprile. La giornata inizierà alle 11 con una visita all’Oasi, dove si terrà anche il laboratorio “La vita in una goccia d’acqua”, alla scoperta di forme di vita, con il microscopio, per bambini e genitori. Nel pomeriggio l’appuntamento è al Castello di Alviano dove alle 15.30 si svolgerà una visita fantasy, una teatralizzazione delle visite nelle sale e nei musei. Due nobil donne, in abiti d’epoca, e parlare del tempo, racconteranno la storia e le gesta di chi ha reso celebre il Castello di Alviano. Il pomeriggio continuerà con la premiazione del concorso “Tandem. La coppia (di foto) più bella del mondo”. Un concorso che ha l’obiettivo di unire e valorizzare la natura e la storia, l’oasi e il castello. A conclusione della giornata, alle 17.30, nella sala ex dopolavoro, la performance "HoMe" un progetto tra teatro, fotografia e poesia di e con Enea Tomei che inaugura Verdecoprente re.te. 2017. La giornata è organizzata dal Comune di Alviano, in collaborazione con Sistema Museo, Oasi WWF Lago di Alviano. “Queste iniziative – afferma il sindaco, Giovanni Ciardo - mirano a promuovere il collegamento tra due beni, patrimonio dell’Umbria e un pacchetto turistico, dal nome proprio tandem, che rimanda alla bici sulla quale si può andare in due, proprio come al Castello e all’Oasi”. Prevista anche l’agevolazione economica sui biglietti per i turisti che scelgono di visitare entrambi i siti. Ingresso libero e accesso a visite e laboratori per chi ha aderito al concorso foografico. Che cos’è “HoMe” – E’ la consapevolezza che ho del mio essere e, dunque, la capacità di abitarmi, di essere casa per la mia persona. Per i tanti me che mi abitano e che, spesso, neanche conosco. La sollecitazione è quella di riappropriarsi della propria esistenza, a partire dai propri ricordi e dal modo di vivere l’ambiente di residenza. Attraverso l’indagine per interviste che riguarderanno l’individuo, la libertà di azione e lo sconfinamento nello spazio circostante durante il tempo dedicato allo stare insieme con persone e luoghi, si cercherà di comprendere gli interrogativi che ci legano ai luoghi che abitiamo, alle dimore fisiche e metafisiche in cui viviamo. La restituzione artistica cercherà di offrire la sintesi poetica di questo particolare microcosmo umano. Sarà un teatrino d’arte povera per paesaggi emozionali, per generare un godimento e una riflessione artistica ed etica. Una sequenze di immagini scattate sul luogo di lavoro e indagine accompagneranno la visione e l’ascolto per generare una percezione multilivello. Un oggetto effimero perché vive del tempo della visione e della performance, e permanente perché resterà il documentario audio-video dell’indagine artistica. Biografia di Enea Tomei al link https://verdecoprente.com/2017/04/15/e nea-tomei/ (ptn 325/17 10.58)
 

 
Pubblicato il 27/04/2017

 

Istituzione

Aree tematiche

Bandi ed Avvisi

Albo Pretorio

Ufficio Stampa

Azione ProvincEgiovani

Progetti FEI

Elenco beneficiari FSE

Servizi per l'impiego Regione Umbria

[C] Il territorio

[D] Servizi al cittadino

Eventi culturali

Diretta streaming

[E] Speciale elezioni (Regionali Umbria 2010)

Archivio Storico

Fototeca

Aree Riservate

Trasparenza, valutazione e merito

UPI Umbria

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

Centrale di Committenza

Privacy

Note legali

Elezioni Consiglio provinciale 2019

Benvenuto

Newsletter