I refettori della SAFFAT

 
 

Nel 1905, si costruirono i due refettori per gli stabilimenti dell'acciaieria e della fonderia. In precedenza le maestranze dovevano consumare il pasto lungo la strada dove veniva portato loro dai familiari o dalle "portapranzare" (donne che raccoglievano di casa in casa i viveri destinati ai lavoratori). Le due costruzioni (5.000 mc) nel corso degli anni venti, vennero utilizzate anche come spaccio aziendale di generi alimentari. Ancora oggi, dopo essere state modificate nel secondo dopoguerra, conservano la funzione di mensa aziendale. La loro ubicazione č viale Brin n. 163/A.

 

 
 
 

Istituzione

Aree tematiche

Bandi ed Avvisi

Albo Pretorio

Ufficio Stampa

Azione ProvincEgiovani

Progetti FEI

Elenco beneficiari FSE

Servizi per l'impiego Regione Umbria

[C] Il territorio

[D] Servizi al cittadino

Eventi culturali

Diretta streaming

[E] Speciale elezioni (Regionali Umbria 2010)

Archivio Storico

Fototeca

Aree Riservate

Trasparenza, valutazione e merito

UPI Umbria

Amministrazione trasparente

Centrale di Committenza

Privacy

Note legali

Elezioni Consiglio provinciale 2019

Benvenuto

Newsletter