Il nuovo villaggio Matteotti

 
 

Accanto al vecchio sorge il Nuovo Villaggio Matteotti, con una superficie di 32.000 mq. Nel secondo dopoguerra, il Comune si fece promotore di diverse iniziative relative all'edilizia popolare ripensando interamente la città. Solo nel caso del Matteotti II intervenne la Società Terni.
Il progetto innovativo dell'Arch. Giancarlo De Carlo, prevedeva la demolizione del vecchio villaggio, verde e servizi pubblici, tipologie costruttive estremamente variate, separazione dei movimenti automobilistici e pedonali e il ricorso alla metodologia partecipativa, in modo che, le critiche e le proposte dei futuri abitanti diventassero vincolo operativo. I lavori ebbero inizio nel 1972 e si conclusero nel 1975. In seguito all'onerosità del progetto, nacquero forti contrasti tra De Carlo e sindacati da una parte, e comitato di quartiere dall'altra. Quest'ultimo, propose una semplice ristrutturazione delle vecchie abitazioni e trovò il favore dell'azienda quando cambiò la presidenza della stessa. La Terni, infatti, abbandonò il progetto complessivo, non realizzando nemmeno le infrastrutture.
Il Nuovo Matteotti è nel complesso una serie di cellule sovrapposte che danno luogo ad un insieme molto articolato, intervallato dai canali di movimento automobilistico e pedonale. Di grande importanza storica ed architettonica, è rimasto incompleto, ma rappresenta, comunque, un'innovazione urbanistica di notevole rilevanza.

 

 
 
 

Istituzione

Aree tematiche

Bandi ed Avvisi

Albo Pretorio

Ufficio Stampa

Azione ProvincEgiovani

Progetti FEI

Elenco beneficiari FSE

Servizi per l'impiego Regione Umbria

[C] Il territorio

[D] Servizi al cittadino

Eventi culturali

Diretta streaming

[E] Speciale elezioni (Regionali Umbria 2010)

Archivio Storico

Fototeca

Aree Riservate

Trasparenza, valutazione e merito

UPI Umbria

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

Centrale di Committenza

Privacy

Note legali

Elezioni Consiglio provinciale 2019

Benvenuto

Newsletter



Invia ad un amico